Rione Marzo - Carnevale Strianese

Vai ai contenuti

Menu principale:

Temi e Bozzetti 2019
 
 
 

La Gabbia D'Oro

Quante volte abbiamo sentito il proverbio “l’apparenza inganna”? Non è forse un proverbio che sempre più rispecchia la nostra società? Il carro allegorico presentato da Rione Marzo Newgroup parte proprio dalla presa di coscienza di questo concetto. Sulla parte anteriore del carro troviamo, infatti, un pagliaccio, un personaggio che solitamente  richiama l’allegria e la spensieratezza. Nel nostro caso, però, nasconde un’anima malvagia: viene raffigurato con un volto maligno e con in mano un palloncino. È il palloncino ad essere lo strumento che il pagliaccio usa per attrarre i bambini. Il suo intento è ingabbiarli, approfittando della loro caratteristica ingenuità. È, a questo punto, chiaro che il tema centrale del carro è la pedofilia, piaga sempre più allarmante dei nostri tempi. Il bambino, vedendo il palloncino, viene attirato e immediatamente catturato dal pagliaccio, il cui intento è abusare di lui e della sua innocenza. Troviamo sul retro del carro la rappresentazione del bambino, sorpreso dal regalo ricevuto e ancora incosciente del futuro che lo attende. Il bambino è in una gabbia d’oro, proprio per sottolineare il fatto che il fanciullo pensa di essere in un mondo fantastico, non comprendendo che è pur sempre in gabbia. Ma chi potrebbe evitare tutto questo orrore? Spontaneamente risponderemmo le istituzioni, probabilmente cadendo nei soliti luoghi comuni. Abbiamo, però, ritenuto opportuno rappresentare anche lo Stato e la Chiesa, impersonandoli in due uomini in bicicletta che si disinteressano totalmente del dramma che si sta consumando davanti ai loro occhi. Potremmo, infine, dire che i carristi del Rione Marzo Newgroup fotografano il momento esatto della cattura, lasciando all’immaginazione del pubblico tutto ciò che seguirà a quel momento.
Questo tema è volto quindi alla sensibilizzazione della società verso un tema tanto delicato. Bisogna metterci in discussione sempre e cercare di trovare soluzioni preventive al problema ( magari attraverso campagne di educazione rivolte ad adulti e bambini), anziché impegnarci a rimarginare ferite psicologiche troppo profonde nelle vittime della pedofilia.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu